Club svizzero del San Bernardo

b_240_180_16777215_00_images_001-kl.jpg

Barry I era il più famoso cane dei rifugi.Racconti dicono che ha vissuto dal 1800 fino al 1814.Nella sua funzione da cane di slavine, si dice che fino a due anni prima della sua morte,abbia salvato più di 40 vite umane.

Una delle leggende,la cosi detta “Cavallcata del ragazzo”,è un racconto molto bello,Esiste in varie versione.Qui una di quelle più sentite.

Una volta Barry era da solo in marcia sul Gran San Bernardo,d'un tratto scopre un bambini nella neve.Il bambino era talmente esausto della faticosa salita e alla fine delle sue forze,che si era addormentato nel gelido freddo.Per svegliaro,Barry lo ha leccato cosi tanto,finchè si è svegliato. 

Mistero è,come Barry c'e l'ha fatto , a far capire al bambino,che doveva montare sulla sua schiena e tenersi stretto li.La leggenda comunque dice,che Barry l'ha portato sano e salvo all rifugio.Questo racconto arriva come tanti altri dall inizio del 19 esimo secolo.In quei tempi tanta gente attreversava il passo.Dei resti originali della salma Barry I ci sono ancora oggi.La imbalsamatura di Barry è possibile vedere nel Museo di Natura e Storia della Burgergemeinde Bern.

(Citazione: I Bernhardiner dei rifugi-più che un Myho.-Anja Ebener)